La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 27 maggio 2017

Terrorismo a Marghera: evangelici ed esaltazione dell’odio sociale

Sono stato a Marghera, oggi 27 maggio 2017 e sono stato aggredito da esaltati che farneticavano attorno alla bibbia, al pederasta in croce e all’odio sociale che la bibbia manifesta contro i cittadini legati al dettato Costituzionale. Un’aggressione di stampo terrorista alla quale, dato il megafono che teneva in mano l’esaltato, non era possibile sottrarsi a meno di rinunciare a fare acquisti presso i commercianti.


Piazza di Marghera dove gli evangelici hanno predicato
l'odio del dio padrone contro la Costituzione


Quando si parla di terrorismo si parla di atti criminali che vengono esaltati mediante un’ideologia che prevede morti e genocidio al di là che questa ideologia possa portare a termine i principi ideologici che manifesta.

Esaltare in una pubblica piazza il macellaio di Sodoma e Gomorra, quel maiale che si vanta di aver macellato l’umanità col diluvio universale, è esaltazione del genocidio. E’ un atto di terrorismo anche se a chi esalta il macellaio di Sodoma e Gomorra non sarà consentito di macellare gli abitanti di Marghera come il macellaio di Sodoma e Gomorra ha fatto con gli abitanti di Sodoma e Gomorra. Resta la possibilità ideologico-religiosa di poterlo fare.


Predicazione dell'odio del macellaio di Sodoma e Gomorra


Quando si esalta Lutero e il suo odio contro gli ebrei che scrisse, riporto fra l’altro:

[Gli Ebrei] ci tengono prigionieri nel nostro paese. Ci fanno lavorare, col sudore della fronte, a guadagnare denaro e proprietà per loro, e loro stanno accanto alla stufa, indolenti, flatulenti, ad arrostire pere, a mangiare, a bere, a far la vita bella e comoda con le nostre ricchezze. Ci sbeffeggiano, ci sputano addosso, perché lavoriamo, e li accettiamo come inetti signori e padroni nostri e del nostro regno. Che cosa dobbiamo avere ancora a che fare, noi cristiani, con questo popolo dannato e infame degli ebrei?

[Le misure da adottare] Io voglio dare il mio sincero consiglio.

In primo luogo bisogna dare fuoco alle loro sinagoghe o scuole; e ciò che non vuole bruciare deve essere ricoperto di terra e sepolto, in modo che nessuno possa mai più vederne un sasso o un resto. E questo lo si deve fare in onore di nostro Signore e della Cristianità, in modo che Dio veda che noi siamo cristiani e che non abbiamo tollerato né permesso - consapevolmente - queste palesi menzogne, maledizioni e ingiurie verso Suo figlio e i Suoi cristiani. Perché ciò che noi fino a ora abbiamo tollerato per ignoranza (io stesso non ne ero a conoscenza) ci verrà perdonato da Dio. Ma se noi, ora che sappiamo, dovessimo proteggere e difendere per gli ebrei una casa siffatta, nella quale essi - proprio sotto il nostro naso - mentono, ingiuriano, maledicono, coprono di sputi e di disprezzo Cristo e noi (come sopra abbiamo sentito), ebbene, sarebbe come se lo facessimo noi stessi, e molto peggio, come ben sappiamo.

Mosè scrive al XIII capitolo del Deuteronomio, che se una città pratica l'idolatria, bisogna distruggerla completamente col fuoco e non conservarne nulla. E se egli ora fosse in vita, sarebbe il primo a incendiare le sinagoghe e le case degli ebrei. Perché ordinò molto severamente ai capitoli IV e XII del Deuteronomio di non togliere né aggiungere niente alla sua legge. E Samuele dice al XV capitolo del I libro che non obbedire a Dio è idolatria. Ora, la dottrina degli ebrei non è altro che glosse di rabbini e idolatria della disobbedienza, cosicché Mosè è diventato del tutto sconosciuto presso di loro (come si è detto), proprio come per noi sotto il papato la Bibbia è diventata sconosciuta. E dunque anche in nome di Mosè le loro sinagoghe non possono essere tollerate, perché diffamano loro tanto quanto noi, e non è necessario che essi abbiano per una simile idolatria le loro proprie, libere chiese.

Tratto dal sito:

http://www.gliscritti.it/antologia/entry/1358

Si vuole dire che Lutero non è responsabile del genocidio degli ebrei? C’è forse un solo tedesco che abbia partecipato direttamente o indirettamente al genocidio degli ebrei che non fosse andato in chiesa e non si fosse nutrito dell’odio di Lutero contro gli ebrei senza condannarlo?

La costituzione prevede che il genocidio proprio della religione cristiana
possa essere predicato solo in privato e per ragioni di culto


Si chiama “predicare odio religioso” sia contro i Pagani che contro gli ebrei. Odio religioso che si traduce in genocidio e in aggressioni fisiche quando le condizioni lo consentono.

L’uomo non è creato ad immagine e somiglianza di un dio pazzo, cretino e deficiente che si vanta di essere il padrone del mondo. L’uomo si adatta alle sollecitazioni sociali e le sollecitazioni sociali a cui erano sottoposti i bambini tedeschi erano anche quelle di Lutero: un sanguinario assassino. I bambini adattano la loro struttura emotiva alla violenza religiosa che subiscono da chi vuole costringerli in ginocchio a pregare.

Questa ideologia dell’assassinio, il macellaio di Sodma e Gomorra, viene in piazza a Marghera. Si esalta il dio della bibbia e con esso il genocidio, l’odio religioso e la violenza contro i minori in nome e per conto del pederasta di Nazareth (è stato arrestato col bambino nudo).
Un pederasta in croce che serve per reiterare il delitto di violenza su bambini costretti in ginocchio a pregare anziché aiutarli a diventare cittadini consapevoli in una società che richiede responsabilità personale. Una cosa annulla l’altra.

Gli evangelici, come i cattolici, vengono a portare il terrorismo costringendo i bambini ad onorare il padre e la madre e ad esaltare un povero deficiente in croce che millanta di essere il padrone delle persone e che spaccia illusioni di miracoli per costruire la disperazione sociale.

E così a Marghera i cittadini vengono insultati con un megafono in cui escono parole che esaltano il genocidio, il pederasta in croce, i delitti di razzismo e di odio religioso.

DOVE STA LA SICUREZZA DELLA POLIZIA DI STATO?


Assistono come se fosse legittimo reiterare l'ideologia
del genocidio o del criminale in croce


La nostra Costituzione permette il culto in privato, quando entra in pubblico, il pederasta in croce che ordina di scannare chi non si mette in ginocchio davanti a lui, commette un delitto ed offende i cittadini. Offende i sentimenti religiosi di quei cittadini che a differenza del pederasta in croce ritengono che i diritti Costituzionali siano sacri. Offendono ed ingiuriano quei cittadini che ritengono che non sia dovere dei bambini onorare i genitori, ma che siano i genitori obbligati ad onorare i figli costruendo dei cittadini responsabili e non sia un diritto dei genitori di violentarne la struttura emotiva costringendoli in ginocchio a pregare.

Si è dovuto assistere a Marghera ad una manifestazione di odio sociale. Un attentato alle Istituzioni che ha visto la complicità di una Polizia di Stato che ancora una volta, anziché onorare la Costituzione della Repubblica, si è prostrata davanti ad un maiale che “ordiana di scannare chi non si mete in ginocchio davanti a lui”!

Gli evangelici, come i cattolici, gli ebrei, i musulmani e i buddisti sono dei vigliacchi, colpiscono alle spalle i cittadini, seminano odio sociale, aggrediscono i bambini, distruggono i luoghi di culto Pagani e aggrediscono le persone che non si mettono in ginocchio davanti al loro dio assassino.

E’ con l’odio sociale che Brugnaro continua a devastare Venezia. Fa la guerra a quei vigili urbani che vogliono il rispetto delle regole. Fa guerra agli impiegati comunali che chiedono il rispetto. Fa guerra agli impiegati del Casinò. Tutto questo per difendere i suoi interessi nella precarizzazione del lavoro e nella costruzione della miseria sociale in nome e per conto del pederasta in croce e del macellaio di Sodoma e Gomorra.

Mentre Brugnaro impedisce le manifestazioni come Mestre Europa, favorisce gli insulti agli abitanti di Marghera in nome del macellaio di Sodoma e Gomorra e del pederasta in croce. Evangelici vigliacchi che come i cattolici sono sempre scappati come topi di fogna davanti ad ogni dibattito culturale perché solo scappando come topi di fogna possono violentare la psiche dei bambi costringendoli a pregare.

Per molto meno i magistrati hanno arrestato e condannato, mentre si consente ad una marmaglia di assassini (esaltare la bibbia significa reiterare il delitto di apologia di strage che rende compartecipa al genocidio descritto) che esaltano il macellaio di Sodoma e Gomorra o il pederasta in croce in una piazza dove cittadini sono costretti a subire la propaganda perché immersi nelle spese del mercato.

Questo è terrorismo.

O forse pensate che quando il maiale del dio della bibbia dice:

Mosè, il sacerdote Eleazaro e tutti i principi della comunità uscirono loro incontro fuori dell'accampamento. 14 Mosè si adirò contro i comandanti dell'esercito, capi di migliaia e capi di centinaia, che tornavano da quella spedizione di guerra. 15 Mosè disse loro: «Avete lasciato in vita tutte le femmine? 16 Proprio loro, per suggerimento di Balaam, hanno insegnato agli Israeliti l'infedeltà verso il Signore, nella faccenda di Peor, per cui venne il flagello nella comunità del Signore. 17 Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e uccidete ogni donna che si è unita con un uomo; 18 ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita per voi. 19 Voi poi accampatevi per sette giorni fuori del campo; chiunque ha ucciso qualcuno e chiunque ha toccato un cadavere si purifichi il terzo e il settimo giorno; questo per voi e per i vostri prigionieri. 20 Purificherete anche ogni veste, ogni oggetto di pelle, ogni lavoro di pelo di capra e ogni oggetto di legno»

Numeri 31, 13 - 20

Non sia incitamento all’odio sociale? Incitamento al genocidio esattamente come i nazisti fecero con i campi di sterminio? Perché la Polizia di Stato concede al macellaio di Sodoma e Gomorra la commissione di delitti ben più atroci di quelli che reprime nei seguaci dell’Isis. Forse perché per la Polizia di Stato la legge non è uguale per tutti?

Lutero e il Vaticano sono responsabili dei campi di sterminio
di zingari ed ebrei perché la bibbia ha indicato lo sterminio e
il genocidio come metodo per affrontare i problemi sociali.
Sono responsabili di ogni genocidio fatto da ebrei, cristiani, musulmani
contro le società civili


Questo può piacere ai poliziotti che torturano i cittadini, ma queste sono le regole dettate dalla nostra Costituzione. E un Poliziotto è tale solo nella misura in cui applica la Costituzione altrimenti va considerato un bandito, un criminale, che usa le Istituzioni per delinquere applicando norme diverse da quelle Costituzionali. Il crimine di genocidio viene reiterato ogni volta che si esalta la bibbia senza condannare i delitti di quel dio. Esaltare la bibbia costituisce offesa e aggressione ad ogni persona della società civile.

Esaltare il dio della bibbia, E’ UN ATTO DI TERRORISMO CONTRO LA NOSTRA COSTITUZIONE!

Il fatto stesso che la Polizia di Stato non reprima il terrorismo significa che ne trae beneficio: quanti altri bambini andranno ad elemosinare il miracolo da padre Pio anziché diventare cittadini coscienti e responsabili nella società civile?

Quanti bambini moriranno cercando rimedi omeopatici perché i genitori sono convinti che qualcuno fa i miracoli?

Questi vigliacchi che esaltano l’odio del dio della bibbia sanno fare violenza ai bambini e alle perone indifese, alle persone fragili, grazie a poliziotti che vengono meno ai loro doveri d’ufficio.

Il dio dei cristiani che bombarda i musulmani è lo stesso dio con cui i musulmani dell’Isis giustificano le loro bombe: vogliamo darci un taglio con l’ideologia del terrorismo?

Sono 2000 anni che i cittadini subiscono violenze in nome di un criminale idiota e vigliacco che spargeva odio e diffamazione e che è stato condannato in croce. Vogliamo darci un taglio e rispettare le norme della Costituzione nello spirito?

E’ vergognoso che le norme di uguaglianza e di dignità della nostra Costituzione vengano continuamente calpestate in nome di un criminale che asserendo di aver creato il mondo si reputa in diritto di ogni atrocità come se i delitti contro l’umanità cadessero in prescrizione.


Basta con le manifestazioni di terrorismo contro la nostra Costituzione.

Basta insultare gli abitanti di Marghera per un pugno di voti.

Claudio Simeoni


1 commento:

  1. Mi sembra superfluo dire che la piazza era deserta. Le persone si tenevano lontane, infastidite da questa colonizzazione. L'odio cristiano appariva in ogni affermazione.

    RispondiElimina